E' nata Freedom Rugby

E' nata Freedom Rugby

La squadra ha un nome scelto dai giocatori. Il nome è “Freedom Rugby”. E’ formata da ragazzi giovanissimi, tra i 16 e i 19 anni che hanno in comune una nuova, fresca e forte passione per il rugby e la residenza. Istituto Minorile Cesare Beccaria di Milano. Prima partita ufficiale pochi giorni prima di Natale. Contro una formazione mista dell’AS Rugby Milano. Risultato: 15 mete a 15. Parità. Terzo tempo sul campo. Panettone e bibite varie. Piccoli distintivi consegnati agli agenti di custodia, bracciali in stoffa per tutti. Sui bracciali scritte diverse, frasi scritte dai ragazzi del Freedom Rugby e consegnate dal loro allenatore amatissimo, Juan Ignacio Cani Merlo.

La notizia vale una promozione, una vittoria che non si dimentica. Testimonia un traguardo raggiunto al quarto anno di lavoro all’interno del Beccaria. Dove il turnover è elevato, dove le condizioni sono sempre difficili, dove il rugby ha piantato una bellissima bandiera. Sono circa 16 i giovani che si dedicano stabilmente a questo sport, che partecipano agli allenamenti, che segnalano talento e orgoglio, voglia di imparare e disponibilità. Che trasmettono il senso di questa esperienza a chi arriva nell’Istituto e magari del rugby nulla sa, mai fregato niente.

Adesso esiste un gruppo, esiste una squadra vera e propria, con le maglie rosse e bianche, con uno stemma e un nome. In passato in tanti abbiamo pensato che una cosa del genere avrebbe continuato ad essere un miraggio, una debole speranza. Invece, eccoci qui, con la certezza di ripetere l’esperienza più volte.

Il merito è della direzione del Beccaria, degli agenti, dei nostri volontari che continuano a non mollare, dei ragazzi che si prestano ad uno sforzo riconoscendolo come prezioso: affrontare uno sport di squadra e di combattimento per mettersi alla prova, in discussione, a disposizione di una disciplina che serve. Per giocare ma anche per studiare, per lavorare, per andare avanti. “L’esempio è l’insegnamento migliore da trasmettere ai compagni” c’è scritto sul bracciale che porto al polso sinistro. L’ha detto uno di loro. Un vero rugbista, altroché. Il che vale, per me, per ciascuno di noi, appunto, come un grande esempio”.

Grazie.

Giorgio Terruzzi

Bookmark and Share
Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153