Serie A - Domenica 29 Aprile 2012: ASR MILANO vs AMATORI CATANIA 9 - 33

Serie A - Domenica 29 Aprile 2012: ASR MILANO vs AMATORI CATANIA  9 - 33

I tabellini:

ASR MILANO:Tolotti, Molinaro, Cerutti, Ragusi, Bestetti, Thompson (50 Cestini), Centineo, Merlo, Cortinovis, Lacatus (29 Lomonta), Barana, Carafa (60 Gavazzoni), Ferrari, Balestrini (43 Corbetta), Camelliti.
 
Amatori Catania: Gorgone, Strazzeri (60 Montedoro), Lamboglia, Zappalà (67 Gravagna), Borina , Forte (Cap.), Grasso (73 Cimino), Palmieri (73 Minoldi), Vasta, Rechichi, Ferrara (46 Grimaldi), Garozzo (V. Cap.), Guglielmino, Delfino, Leonardi (60 Vinti).
 
Marcatori: p.t. 8’ Borina cp (0-3) ,13’ Tolotti cp (3-3), 18’ Borina cp (3 – 6), 26’ Forte drop (3 – 9),  38’ Leonardi  m (3 – 14):  Marcatori: s.t.   5’ Tolotti cp (6– 14); 12’ Strazzeri m (6-19); 5’ Tolotti cp (9– 19); 25’ Vinti  m (9-24); Borina tr. (9-26);        32’ Rechichi  m (9-31); Borina tr. (9-33)
Arbitro: Rizzo di Ferrara 
Cartellini: 12’p.t. giallo (Rechichi, Amatori Catania Rugby); 32’p.t. giallo (Limonta, A.S.R. Milano); 23’s.t. giallo (Barana, A.S.R. Milano)
 
Il commento:
Tanti errori e poche idee
 
Facile (e meritata) vittoria per Catania che passeggia su una delle peggiori Asr viste in stagione. Ottimo il ritorno di Tommaso Limonta, entrato per Lacatus alla mezz'ora
 
(Milano) - A vedere il punteggio, l'Asr è rimasta in partita più a lungo di quanto la cifra tecnica messa in campo lo ha permesso. Poi un po' di stanchezza e l'ingresso di qualche giovane ha permesso agli ospiti di raggiungere il bonus sperato e gettare nello sconforto il Giuriati. A parziale discolpa dei biancorossi il primo tempo giocato contro vento e la grande continuità di gioco del Catania, soprattutto nel reparto leggero. Poi, ormai retrocessi, cosa potevamo aspettarci da una squadra in evidente difficoltà in tutti i reparti? Touche, da dimenticare. Calci in rimessa sbagliati. Scelte di gioco mai azzeccate e una mischia al di sotto dello standard. Se poi il migliore in campo risponde al nome di Tommaso Limonta, al rientro dopo un lungo infortunio, è inutile continuare a elencare le mancanze di un XV che, per l'occasione, è stato ribattezzato "Gli inguardabili" dal Presidente onorario Ezio Cozzaglio. 
 
Stupisce, prima di tutto, vedere sbagliare Tolotti dal centro, all'altezza dei 22, il primo calcio della partita che consente agli ospiti di passare in vantaggio all'8' con Borino su un nostro fuorigioco. Il nostro estremo si fa perdonare, da medesima posizione, al 13' per il pareggio ma neanche l'inferiorità numerica dei catanesi per giallo a Rechichi (antigioco), ci permette di tirare il fiato. Così, dopo una serie di fasi sorprendenti per il livello di questo campionato, in seguito a un'entrata laterale, Borino riporta in vantaggio i suoi (18', 3-6). Non solo, al 26' Forte allunga con un bel drop dai 10 per il 3-9. Cerchiamo una timida reazione ma andiamo per tentativi, Centineo cerca di dare rapidità alla manovra giocando alcune punizioni velocemente ma il sostegno è spesso in ritardo e l'arbitro fiscale. Quindi si torna nella nostra meta campo (in inferiorità per giallo a Limonta che non lascia il placcatore) dove Catania, su una touche non trovata, riparte di gran carriera e ci costringe a un salvataggio in affanno e, seguitamente, ad annullare. La mischia ai 5 non sembra tallonata ma favorisce i siciliani che, dopo una serie di ruck, segnano in bandierina di forza con Leonardi. La trasformazione non riesce e si va al riposo sul 3-14.
 
Dopo l'unico applauso (convinto) della partita - Tolotti da centrocampo centra i pali per il 6-14 - siamo costretti alla resa prima dalla meta di Strazzeri (bella combinazione dentro-fuori tra Lambroglia e Borina, 9-19 al 12') e poi dalla segnatura di Vinci (25', 9-26), sull'ennesimo errore di lancio in touche (ma col vento e questi problemi, perché scegliere sempre l'ultimo uomo?). In mezzo una punizione di Tolotti e un giallo a Barana. A seguire l'ultima meta della partita, che vale il bonus, di Rechichi (dopo una sgroppata e un placcaggio alto di Molinaro che un altro cartellino). Finale 9-33. (fm)
 
Gli altri risultati:
Novaco Alghero v Autosonia Avezzano 25–25  (2-3)
Gladiatori Sanniti v Santa Margherita Valpolicella 18–37  (0-5)
Rubano Rugby v Zhermack Badia 19–13  (4-1)
ASR Paese v Romagna RFC 34–48  (0-5)
UR Capitolina v Amatori Capoterra 63–05  (5-0)
 
La classifica:
Rubano, Romagna e Capitolina punti 62; Amatori Capoterra e Badia punti 56; Valpolicella punti 52; Amatori Catania punti 51; Amatori Alghero punti 50; Avezzano punti 45; Paese punti 43; Asr Milano punti 15; Gladiatori Sanniti punti 13. 
^ Gladiatori Sanniti e Amatori Rugby Alghero 4 (quattro) punti di penalizzazione.
 
Il prossimo turno domenica 6 maggio 2012:
Amatori Catania – Avezzano; Valpolicella – Alghero; Badia – Romagna; Capitolina – Rubano; Asr Milano – Gladiatori sanniti; Capoterra – Paese.
Bookmark and Share
Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153