La Under 17 vince il derby e accede alle fasi finali del trofeo delle Alpi stagione 2005/06

Mercoledì 12 aprile 2006

Under 17 : ASR vs Amatori 46 - 7

In campo
Picone, Marcosano, Corsi, Barana, Ughi, Catalano, Baraggia, Casarin, Limonta, Cozzaglio, Scaburri, Penati, Tardini, Galli, Antoniazzi. In panca: Ferrari, Vescovi, Follea, Montanelli, Chiesa, Campaner, Ghiazza.
All. Cozzaglio, Sintich, Casarin Dirigenti accompagnatori: Baraggia, Scaburri.
Arbitro: Vischi
Mete e trasformazioni
Limonta(1,1 trasf.), Chiesa(2), Galli(2),Tardini(1,1 trasf.), Montanelli(1 ), Cozzaglio(1,2 trasf.).

Un derby, un turbinio di ricordi ed emozioni, recenti e lontane, rivalità e ambizioni si riversano in questa stracittadina.
Che ci fossero le premesse per una partita impegnativa ci provenivano dai risultati di Domenica, dell' Amatori vincente per 35 a 20 sul Viadana , squadra con cui avevamo sofferto non poco, sotto il diluvio e immersi nel fango, con un risultato risicato, l'unico senza bonus della stagione. Un inizio controllato con la palla saldamente nelle nostre mani a sondare la difesa, con continuità e sostegno, loro a difendersi con determinazione, qualche palla persa o contestata troppo a lungo e l'arbitro, presente e puntuale, assegnava i turn over. In mischia facciamo la differenza, nelle touche un po' di esitazione ma riusciamo ad adattarci.
Dopo pochi minuti ci installiamo definitivamente nella loro metà campo, da cui non riusciranno ad uscire con la palla in mano per tutto il primo tempo. Rompe il ghiaccio Davide, l'incravattato, replicherà nel secondo tempo, che sfrutta con abilità l'indecisione della difesa su un nostro soprannumero,una finta di passaggio, cambio di direzione e segna in mezzo ai pali. Si da il via alle danze e la squadra si muove con precisione e creatività, riuscendo a trovare spazi e difendendo il possesso, recuperando palle preziose, sfruttando ogni minimo errore per realizzare mete di classe e di potenza, prima con Galli, che dritto per dritto, all'ala, ha inanellato non una ma due mete prima di farsi medicare, poi con Tommi, il Cucador, che ha prima ha smistato il gioco con concretezza e poi si é preso le sue soddisfazioni, con una bella meta di forza. Secondo tempo con la musica che cambia, cominciano le sostituzioni e l'Amatori, che non ha mai mollato riprende vigore, allentiamo le maglie della difesa e voilà ci becchiamo una meta tecnica dopo una serie di svarioni e un po' di sufficienza con falli inutili e dannosi. Ripartiamo un po' più concentrati e ricominciamo a intessere le maglie del gioco, manteniamo un buon possesso, soffriamo un po' di più in mischia ma ritorniamo presidiare la loro linea di meta con un pressing asfissiante, con Leone, Fausto e Michele Mani di Legno a togliere ogni imbarazzo offensivo ai nostri avversari.
Da questo punto comincia la sagra della meta con Chiesa che si traveste da metaman , recupera palloni a terra e in volo, segnando due mete, attraversando la difesa con la velocità del fulmine. Chiude la giornata Tito "Monta", tornato regista nonostante la presunta zoppia, più cerebrale che altro, che si fa una bella sgroppata con buon gioco di gambe e segna. Il punteggio poteva essere più cospicuo, abbiamo perso altre mete ormai fatte per eccesso di sostegno/generosità/ingenuità e dobbiamo essere più concreti.
Abbiamo assistito ad una bella partita, giocata con intelligenza e concentrazione, che ha messo a frutto il lavoro di preparazione e che ci proietta con 2 partite d'anticipo alla fase Final Four del Trofeo delle Alpi, dove incotreremo la vincente del girone sardo il 21 maggio 2006 a La Spezia mentre nell'altra si incontreranno le vincenti di Liguria e Piemonte, le vincenti due incontri si disputeranno oltre il Trofeo, l'accesso alle finali nazionali.
Nel frattempo ci sono impegni di tutto rispetto, oltre agli allenamenti e gli impegni scolastici, un test match con la Leonessa a Rovato sabato 22, il Trofeo Aldo Milani a Rovigo 30/4-1/5. Una nota di merito oltre ai già citati, per tutti quelli che hanno consentito la conquista di questa prima tappa, da Corsi 'il filosofo', Luca "l'essenza" Marcosano, Manuel, mannaggia Manuel, Nicola "Rimba" Ferrari , Giulio "Bamba" il martello, Giovanni "Uto" il virtuoso, Pierre "le massif central", Luca "naked" Catalano , Fausto "il minatore", Andrea "Casa" il fenicottero, Giacomo "Tarduz" , Leone l'implacacabile, Marco" Anto" ,il lezioso indomito, Stefano "Campa",l'incassatore, Thomas il Temporeggiatore, Matteo "Vesco" la rivelazione, Matteo Buratti il costante , Okanda l'inesorabile, Niccolò la quercia, Tommaso Missed in action, Luppi skiman e Jacopo in attesa di giudizio. Buon ultimo Capitan Sintitch, in ritiro con la Nazionale , a cui auguriamo un " in c.. alla balena" e di ben figurare nel prossimo match con l'Inghilterra. Auguri a tutti e Buona Pasqua.

Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153