Under 19, domenica 2 novembre 2008

Under 19 - Domenica 2 novembre 2008

Fiumicello BS vs ASRugby Milano 10 - 32
( PT. 3-10)     vai alle foto
ASR : Pizzamiglio, Magenes, Morisi, Tardini, Gambarini G. ,Cozzaglio(cap.), Romagnoli, Limonta, Ferrari M., Pontillo, Forino Giu., Quercioli, Catalano, Stringhini, Fiorino Ge.
In panca : Antoniazzi, Zanotti, Garbarini A., Guerri, Guerri, Arkan.
1 t. 10' cp Fiumicello, 15' meta Limonta tr. Cozzaglio, 35' cp Cozzaglio.
2 t. 2 meta Fiumicello tr., 18' meta Morisi, 25' meta Morisi tr. Cozzaglio, 25' drop Cozzaglio, 40' meta Ferrari tr. Cozzaglio.

Il campo in buone condizioni, un clima adatto con sole e temperatura fresca, due formazioni che si sono affrontate senza risparmio per tutto il corso della partita, ma Il risultato non rende percepibile chiaramente l'andamento del match. Il Fiumicello, non lasciamoci influenzare dal nome è in realtà un torrente impetuoso, per la caratura imponente dei giocatori e una buona tecnica individuale, frutto della selezione di giocatori provenienti dall'area bresciana, ha cercato di dilagare per il campo, pensando di metterla sul fisico ma esaurita l'onda di piena i nostri hanno riportato l'incontro nell'alveo del gioco, centrando gli obbiettivi della giornata.
Un primo tempo alquanto interlocutorio, nonostante la buona volontà non riusciamo a concludere un granchè anzi riusciamo ad andare sotto subito, per una sequela di falli ed errori che ci accompagneranno per il resto della gara.
Pertanto ci ritroviamo a giocare con il freno a mano tirato, ci mettiamo un po' di approssimazione e il gioco e fatto. Una sequenza di calci di spostamento imprecisi, mischie a ripetizione, touche con buon gioco aereo e molto mestiere nel gioco a terra, ruck e maul con fuori gioco variabili e interpretabili, non hanno comunque impensierito i contendenti che si sono affrontati con determinazione.
Dimostriamo una buona tenuta un mischia chiusa nonostante la stazza degli avversari con in prima linea Cata Jueur, il debuttante Stringhini e Gennà, in seconda Quercio e Peppe 'o chef, in terza Biondi Capelli, Manuel e Tommy che lavorano con grande generosità e rintuzzano le animosità eventuali, ben governati dal debuttante assoluto con l'ASR, Francesco Romagnoli che saprà gestire e determinare le scelte trovando subito afflato con Cozzaglio, a dirigere il reparto arretrato che con Tarduz, come sempre in grande spolvero e Morisi, che si muove con gran padronanza tra i bolidi trovando traiettorie che tal volta riescono anche ad evitare gli ostacoli, Magio il ginnico che si destreggia tra capriole e stironi ma deve ancora trovare il timing utile, il Gamba lesto vero utility back generoso e puntuale ed infine il Pizza, sempre pronto, una garanzia.
Dopo il passo falso ci rimettiamo al lavoro, troviamo qualche spazio in cui affondare, abbiamo le nostre occasioni che non sfruttiamo per fretta o eccessiva confidenza, la loro difesa è attenta e ci porta a punti d'incontro dove il più delle volte siamo penalizzati, rimandandoci indietro di decine di metri.
Usiamo con abilità il goco al piede e una pressione attenta e veloce si consente di recuperare buone occasione e da una di queste Tommy decide di segnare, involandosi in meta.Per il resto del tempo le interruzioni del gioco si sommano tra mischie, tuoche e calci di spostamento, con alcune occasioni sfumate per ambo le parti, loro con la mischia che cerca di organizzarsi in maul avanzanti e percussioni che ruisciamo a controllare, mentre i nostri 3/4 sondano gli spazi, solo un calcio piazzato di Cozzaglio centra i pali al 35' chiudendo il primo tempo.
Il riposo permette di riordinare le idee con la consegna di ridurre sostanzialmente il numero delle punizioni, auguri.
Alla ripresa del gioco l'equilibrio pende verso il Fiumicello che decide di impegnarci con il pack, alcune sostitizioni verticalizzano il loro gioco e nel cercare un nuovo assetto lottiamo per contrastare la loro iniziativa che si avvicina pericolosamente alla nostra linea di meta. L'arbitro ci sanziona con voluttà, Tommy ci salva una prima volta tenendo il pallone sollevato ma all'ennesimo tentativo entrano in meta riportando il risultato in parità.
Siamo scossi ma sereni, c'è tempo per reagire e ricominciamo a macinare gioco, Zanotti prende il posto del lesto Gamba, ma è Morisi che decide di alimentare il carniere e con serena determinazione, recupera una palla a centro campo, si infila nella difesa, attiva lo scudo spaziale scansando i poveri difensori arrancanti e segna in mezzo i pali con Cozzaglio che trasforma.
Il match comincia lentamente prendere nuova forma, siamo padroni del gioco in touche, abbiamo più palle da giocare ma i falli fioccano e talune spigolosità emergono qual e là e mentre è Manuel a farne le spese è Gennà che, "innocente", va a riposarsi un 10 minuti.
Stringa crampeggia allegramente ed è Gambaciccia a prenderne il posto mentre Oscarino si alterna caparbiamente con Quercia per i frangenti intercorsi. Siamo pronti alla stoccata finale, aumentiamo il ritmo le manovre dei ¾ aprono varchi ed è lesto Morisi ad riattivare lo scudo, decidendo di tagliare il campo, resistere ai difensori seminandoli qua e là, segnando con tutta tranquillità.
Pochi attimi con Anto che sostituisce il Pizza e Arkan per Mago ed anche Cozzaglio si prende la sua gloria mettendo a segno un drop che lascia basiti i più, ma conforta i credenti.
Per chiudere ci pensa Biondi Capelli, il fratello del Biondo Adone in altre faccende affaccendato, che non soddisfatto della prestazione odierna si inventa la meta che chiude l'incontro con Cozzaglio a saldare.
Un bel carattere e tanta determinazione sembrano le caratteristiche emerse,
conviene tenere alta la concentrazione onde evitare passi falsi.
Alla prossima.
Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153