domenica 5 marzo 2006

 

Serie B:  Varese vs A.S.R Milano

Per ASR Mi:  mete di  Fantoni (2), Ragusi, Birch e Gia.Nicoletti- 1 tr. di N.Nicoletti e 1 di G.Borsani

 

In campo: Ragusi, S.Maraschi (Birch), N.Nicoletti, G.Borsani,Gia.Nicoletti, G.Nicoletti , Centineo (Ghesesew), Garavaglia, Fantoni, Lilliu, Cipolla (Maraboli), Cavioni (Chon)), Riboldi (Carpinone), De Sossi, Piatti -  All. S.Carnovali

 

Le altre partite della giornata :

 

Parabiago vs Lumezzane 20-26 (1-5)
Calvisano vs Sondrio 29-5 (5-0)
Ospitaletto vs Chicken Cus Mi 0-19 (0-4)
Asti vs Valpolicalla 12-5 (4-1)
Amatori Mi vs Cus Pavia 50-12 (5-0)


 

CLASSIFICA

Punti

Giocate

1

Calvisano

65

-1

2

Asr Mi

51

-2

3

Amatori Mi

50

0

4

Lumezzane

47

0

5

Chicken Cus Mi

42

-1

6

Valpolicella

41

-2

7

Asti

37

-3

8

Ospitaletto

25

-2

9

Parabiago

22

-2

10

Varese

21

-2

11

Sondrio

18

-3

12

Cus Pavia

12

-2


                                                                                                                                                                                          

 

Serie C:  A.S.R Milano vs Cesano Boscone 3-15 

Per ASR Mi:  c.p. di Cremascoli

In campo: Bruno, Magni (Bilics), Andreola, Coiatelli, Da Re (Corbacella), Fumagalli, Spadoni, Cremascoli, Guardigli (Petruzzella), Baldacci, Redaelli, Goltara, Repetti, Cianci, Celestino (Cipolloni) - A disp. Palmaverdi e Cecini - All. Paolo Sale

 

Neanche questa domenica nella partita dell'esordio nei seniores di Edoardo, il mediano di mischia dell'under 19, la 2° riesce a portare a casa un risultato utile.  Malgrado la partita sia stata giocata mediamente bene la squadra di Paolo Sale proprio non riesce a vincere.  Sembra che manchi qualcosa a questo gruppo. Di certo non il gioco: dopo i primi 15 minuti dove i nostri hanno sofferto la pressione avversaria e subito 2 mete , la squadra è andata sempre in crescendo, fino a segnare addirittura una meta, a dire di tutti era buona, ma che l'arbitro non ha ritenuto di convalidare. La squadra quindi gioca, convince, ma non vince e a noi non resta che continuare attendere e tifare. Forza ragazzi la prossima andrà meglio!!

                                                                                                                                                                                                                                                        

 

Under 19:  Union vs A.S.R Milano rinviata

 

Under 17:  Viadana vs A.S.R Milano 0-12 

 

Mete e trasformazioni: Penati(trasf. Cozzaglio), Barana
In campo: Picone, Marcosano, Corsi(Ferrari), Barana, Quercioli(Follea), Limonta, Catalano, Baraggia, Montanelli, Cozzaglio, Casarin, Penati, Scaburri, Lyanage(Sintich) ,Antoniazzi. N.E. (Buratti)
All. Cozzaglio, Sintich, Casarin
Dirigenti accompagnatori: Baraggia, Scaburri. .

Come previsto la giornata si è presentata dall'inizio ostica. Tra Carnevale e "Aviaria" ci ritroviamo a ranghi ridotti, in più piove a dirotto da tutta la notte dopo alcuni giorni asciutti che avevano permesso ai campi di recuperare almeno uno stato di decenza. La partenza vede comunque i nostri sufficientemente sereni, ancora annebbiati dai postumi che l'abbraccio che Morfeo lascia ai puri e ai giusti (anadassero a letto prima sarebbe meglio).
A metà strada colazione a base di torta al limone, veramente buona e brioche, un grazie a chi ha gentilmente provveduto e si comincia ad entrare con la testa in partita, vedendo come giocano Brumbies e Crusaders, mentre il pullman è percosso da scrosci d'acqua che stanno allagando la campagna. Nessuno sottovaluta l'avversario, abbiamo diversi problemini di natura fisica sparsi qua e là, la formazione avrà veramente un valore sperimanentale per le numerose assenze, con passaggi di ruolo tra i veterani e matricole chiamate ad un impegno di spessore. Il campo si presenta dapprima allentatodurante il riscaldamento, col passare dei minuti e dei litri piogga che si abbattono con gioiose folate di vento diventa un pantano, una risaia dove comunque pianteremo i nostri germogli, con una partita a dir poco epica.
Il Viadana è alla ricerca di un risultato che confermi le loro aspirazioni, "sentono" molto la partita e dalle prima battute si vede la preparazione tecnica dei reparti che si affrontano a viso aperto, nonostante un pallone con poco grip che sembra animarsi di moto proprio. Si cerca di esplorare le linee arretrate con alcuni calci, saggiamo la difesa davanti e per 10 minuti buoni il gioco altalena a centrocampo con un'opportunità andata in fumo con un calcio malandrino, che a detta di Max, avrebbe messo dentro anche la bisnonna dell'esecutore, peraltro nonna dello stesso. Le touche sono particolarmante difficili da giocare e la mischie si susseguono con ripartenze che si infrangono sul muro difensivo eretto dalle terze linee, veramente attive ed efficenti. L'arbitro riesce a tenere sotto controllo la partita con sufficente equilibrio, basta poco per trasformare il match in un incontro di wrestling. Verso la metà del primo tempo ci installiamo nei loro ventidue per il tempo rimanente, arrivando in più occasioni vicini a smuovere il punteggio, completando l'opera con un'asfissiante pressione che ci porta in meta con un'azione collettiva che permette a Mani di Legno di schiaccare la palla in mezzo ai pali e al Bisnipote di trasformare. Si arriva così all'intervallo con un vantaggio precario, nonostante la mole di sforzi profusi e la pioggia incessante. Si riprende con il Viadana alla ricerca di un risultato che sente alla portata, la mette su un gioco molto fisico,  manda i pezzi da novanta e più chili a tentare di infragere le nostre difese cercando con gli avanti di imporci la loro chiave di lettura della partita. Riescono a metterci in difficoltà in più occasioni ed arrivano a pochi metri dalla linea di meta, mandando ondate a infrangersi sulle nostre difese, che si dannano non poco e si oppongono i tutti i modi. La frustazione degli avversari aumenta e l'arbitro fatica non poco a tenere a bada gli animi ed in pochi minuti impartisce temporanee par piovesse.Noi in 14, loro in tredici sempre più fango e l'acqua che sale.
Le maglie e giocatori sono veramente difficili da riconoscere, il pubblico locale reclama ingiustizie arbitrali, gli animi si inaspriscono con colpi proibiti che ci costringono a sostituire i malcapitati, più provati che dolenti e la partita prende di nuovo la giusta piega dopo una serie di calci che mettano a in difficoltà le linee arretrate del Viadana in affanno, con un'improvvisa folata i nostri superano la prima difesa, fissano( schiantano) la restante e la palla arriva a Bamba in sostegno nel canale dei 5 metri che con il suo dolce peso trascina in volo palla e avversario, in una meta d'altri tempi. Il resto é un di cui, tra parapiglia e fango ed i nostri che percorrono in lungo e in largo con carretti da 30 metri gli avviliti ed indispettiti padroni di casa che si lasciano andare a qualche scorrettezza di troppo, inutile ed inadatta ad una squadra che per buona parte dell'incontro ci ha impegnato, sa giocare con tutti i reparti, sa stare in campo. Fischio finale e i "fighetta" milanesi ad esultare per una prestazione coraggiosa ed un risultato meritato. Saluti al pubblico con tuffo collettivo e terzo tempo con panini, chiacchere e lambrusco(per i fradici allenatori,dirigenti ed accompagnatori). Un ringraziamento particolare a questi Ragazzi che hanno capito l'importanza di esserci, di mettercela tutta, rinunciando a qualcosa, chi un giorno di vacanza o a un a lunga notte insonne a far baldoria, con senso di responsabilità ed un sicuro segno di maturità che comincia a manifestarsi, la strada è ancora lunga. Prossimo impegno Fiumicello Brescia e nel frattempo Capitan Sintich va in Nazionale U.17 per il Match contro il Galles, di domenica 12 Marzo h.14,00 a Parabiago. In bocca al lupo.

 

                                                                                                                                                                                          

 

                                                                                                                                                     

Under 15:   ASR Milano vs Rugby Brescia: 24 - 22 (I° t.: 17 - 14) giocata il 1° marzo 2006

Mete di Magenes (2), Ragusi, G. Gambarini.                                                                                                                                 
In campo:Gianluca Barana, Luca Bestetti, Luca Ferrari, Marco Ferrari, Andrea Gambarini, Giorgio Gambarini, Stefano Grasso, Oscar Guerri, Andrea Magenes, Danilo Masetti, Luca Morisi, Jonathan Pagano, Tommaso Previtali, Simone Ragusi, Ezio Tacchino, Marco Vojnicovic.

Non è stato per niente facile avere ragione di avversari reattivi e bene organizzati, venuti a giocarsi la partita consapevoli della loro forza e delle loro qualità di squadra e individuali. I nostri hanno opposto una superiore capacità di manovra, che ha prodotto le due mete segnate nella seconda metà del primo tempo, dopo quella fulminea di Andrea-Rombo-di-Tuono. E poi tantissimo cuore e placcaggi e capacità di resistere e contrattaccare sempre, soprattutto nei momenti difficili del secondo tempo, quando un piazzato e una meta riportavano avanti il Brescia, come già era avvenuto nel primo tempo. Nei minuti finali veniva invece la seconda meta di Rombo-di-Tuono, ancor più determinante del solito anche per i recuperi difensivi e la partecipazione al gioco. Vanamente il Brescia portava gli ultimi attacchi: nessuno dei nostri si tirava indietro.

Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153