Under 18: a Piacenza un buon test, 26/09/2010

Under 18, domenica 26 settembre 2010 a Piacenza

Rugby  Lyons Piacenza (squadra b) vs A.S.Rugby Milano 17- 57                

T1:      
2’   meta Mosseri trasf. Bortolussi
13’ meta Foti
22’ meta Cabrio.
30’ meta RugbyPiacenza
35’ meta Scaburri trasf. Bortolussi
 
T2:    
11’
meta Franceschi
 18’ meta Cabrio trasf. Bortolussi
  23’ meta Rugby Piacenza
  30’ meta Pavan trasf. Bortolussi
  31’ meta Mastrangelo
  33’ meta RugbyPiacenza
  35’ meta Foti trasf. Bortolussi

Giocatori in campo:
Caprio 7+ (Brolis 7), Mosseri 7+, Scaburri 7, Franceschi 7+, Mastrangelo 7 (Carandina 6,5), Bortolussi 7, Masetti 7 (Allaria7+), Slinn7-, Foti 7++, Beretta7 (Carugi 6,5), Carpinelli 7 (Trovato6,5), Bolletta 7++(Betti6,5), Valsecchi 6,5 (Giucastro 6.5), Galmozzi 7,5 (Man of the Match) (Bonanno 6,5), Pavan 7 (Rho 6,5).
Tranquillini guardalinee 7.

allenatori: Paolo Casarin, Ignacio Merlo
 
Piacenza conclude il trittico prestagionale.
Campo in buone condizioni, giornata assolata e calda, grande voglia di riscattare le prestazioni precedenti.
Vengono tutti i disponibili, dopo una settimana di intenso lavoro preparatorio.
Il Piacenza schiera un bel gruppo di prestanti giovanotti, tra cui qualche taglia forte, che sembrano impensierire i nostri, memori di Parma, ma la concentrazione e la determinazione non mancano..
Le prime battute vedono i nostri partire a tutta velocità, una serie di punti d’incontro, la palla che viaggia con passaggi precisi che sbilanciano la difesa e Mosseri che a spron battuto semina tutti e segna con Bortolussi che centra i pali.
Sale l’ottimismo e in venti minuti di gioco a buon ritmo, disciplina, buona gestione del campo, rintuzzando i tentativi degli avversari e conquistando palloni, in mischia con Galmozzi che tallonerà e trascinerà il pack garantendo una mole di palle da giocare sia  in touche con Bolletta, riusciamo a segnare altre due mete di qualità, prima Foti che porta in meta la palla dopo un lungo fraseggio, quindi con  Caprio, in grande forma, che completa la manovra che i ¾ hanno saputo gestire con grande efficacia.
Col passare dei minuti allentiamo la presa, si affievolisce la pressione offensiva/difensiva, ci disuniamo alla ricerca di soluzioni individuali e il Piacenza ne approfitta, cerca di farsi avanti sfruttando il pack per conquistare terreno, ci impegnano nei punti d’incontro, arrivano nei nostri 22 dove sembriamo contenerli, ma basta un attimo che da una punizione battuta veloce ci infilano una meta.
Loro prendono coraggio ma noi recuperiamo lucidità, il confronto è deciso, i due pack si affrontano con determinazione qua e la qualche varco si apre per affondi che ci portano a conquistare terreno  e allo scoccare del termine  Scaburri chiude il tempo con una decisa incursione che lo porta in meta.


Girandola di sostituzioni e la ripresa inizia con un periodo di confusione alla ricerca di equilibri variati dal primo tempo, la manovra perde di fluidità e salgono gli errori di handling, Slinn trova modo di dare sfogo alla voglia di giocare con una serie di  ripartenze che seminano scompiglio sia all’ attacco che alla difesa.   Col tempo ritroviamo assetto, con Franceschi che decide di sbloccare lo score e alla prima palla buona trova lo spiraglio per la marcatura. 
Quindi Caprio che dopo un frontale impressionante, va in sostegno e trova il break per schiacciare la palla in meta.
Altro giro di valzer di sostituzioni, e qualche falla pericolosa ridà coraggio al Piacenza che usa il pack in penetrazione, difendiamo senza tanta convinzione e la frittata è fatta, ci segnano una meta su una nostra capperata.
Loro pensano di avere trovato la chiave di volta ma trovano Pavan a rintuzzare le velleità, con un bel  placcaggio che riporta alla ragione, almeno momentaneamente, il placcato, e dando il giusto sostegno riceve palla e segna.  
Bella la meta di Mastrangelo che nasce dai nostri 22 con una palla recuperata sotto pressione e uno sviluppo verticale di scambi fatto con un buon timing, che taglia fuori la difesa.
Mosseri affonda quasi fino ai 22 avversari assorbendo  la difesa rientrante e smista a Scaburri che fissa l’estremo e Pietro che segna in tuffo.
Sul finire si allentano le difese  il Piacenza sfrutta i nostri errori e si installa nei 22 e ci costringe a difendere sulla linea di meta fino a quando il placcato di prima dimostra di aver superato il frangente e schiaccia in meta.
Spendiamo le ultime energie dando l’assalto alla meta del Piacenza e ci riusciamo con Foti che segna tra i crampi, forse è meglio che si alleni di più.
 
Bene per il morale, ringraziamo il Piacenza per l’ospitalità, ma tra due settimane inizia il campionato, la strada è solo all’inizio, miglioriamo la preparazione che è meglio.
 
Alla prossima !
Paolo
  
 
Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153