Under 18: buona partita con Brescia ma un solo punto, 31/10/10

Campionato U18 girone elite terza giornata 31/10/2010

ASRugby Milano vs Rugby Brescia 5 - 12 (p.t. 5 - 12)  vai alle foto

Brolis, Carandina, Mosseri, Franceschi, Mastrangelo, Bortolussi,  Masetti, Slinn, Tranquillini,  Carpinelli, Betti, Storni, Pavan, Beretta(cap.), Giucastro.

A Disp. Foti, Groppi, Bonanno, Carugi, Allaria, Vernazza, Torrisi.

1° t. 3’ meta Beretta, 12’ meta Brescia trasf., 31’ meta Brescia.

ALTRI RISUTALTI
RUGBY CALVISANO RUGBY VIADANA 10 ‐ 26 (1‐4) .
RUGBY ROVATO GRANDE MILANO 3 ‐ 20 (0‐3)
OSPITALETTO C.P.R. CUS GENOVA 15 ‐ 22 (3‐3) 

 

Il commento
di Paolo Casarin

 Giornata piovosa e campo allentato fanno da coreografia a una partita combattuta e avvincente.

Pur proseguendo la serie negativa, non sono mancate le note positive per la nostra formazione, che si risolve nel primo tempo dove il sostanziale equilibrio viene rotto dalle segnature, poi tutto il resto è battaglia.

Il Brescia è una formazione compatta con giocatori quasi completamente al secondo anno nella categoria, con un pack di peso ed una efficiente linea di ¾.

La partita si apre con una serie di attacchi travolgenti della nostra formazione con un carretto di diversi metri e un susseguirsi di percussioni che vedono capitan  Beretta completare il lavoro del team in meta. Bortolussi manca di poco il bersaglio.

Il Brescia riparte con maggior determinazione ma teniamo bene il campo, la pressione difensiva arresta i vari tentativi, il loro pack ci da parecchio peso e in mischia ordinata facciamo un po fatica a tenerli, nonostante l’impegno di Giucastro e Pavan a contenere l’esuberanza dei diretti aversari,  in touche un sostanziale equilibrio, nonostante le condizioni della palla Beretta, riciclato a tallonatore, riesce a trovare Storni,  Betti e Tranquillini, quest’ultimo al rientro da un lungo infortunio, che ci danno la possibilità di giocare buone palle in avanzamento, con Carpinelli e Slinn a farsi carico di un sostegno costante.

Masetti e Bortolussi fraseggiano con buona armonia,   governano, per quanto possibile una palla veramente infida, con Franceschi e Mosseri a cercare spazi per la manovra offensiva, Carandina al debutto stagionale e Mastrangelo hanno il loro bel da fare nel dar man forte, Brolis acciaccato garantisce il supporto necessario.

Il terreno si fa via via più pesante, il Brescia aumenta la pressione e ci troviamo a difendere nei nostri 22,  teniamo i vari tentativi di carrettamento  ma da un rimessa laterale sui 5 metri veniamo puniti con una incursione che travolge la nostra difesa e segna.

Si continua con una ricerca di gioco costante, sia alla mano dove possibile, di più al piede  per facilitare la conquista del terreno. Il confronto prosegue serrato, Bortolussi da l’avvio a numerose incursioni ma il campo non permette ariosità e la palla diventa una vera saponetta. Nei punti d’incontro non c’è una chiara supremazia, prevale l’esperienza e il mestiere.

Varie occasioni vedono fendere le difese e rocamboleschi interventi in extremis precludono mete quasi fatte.

Sul finire del primo tempo il Brescia ci schiaccia nei 22, con il pack cerca di spraffarci ma teniamo, Brolis  claudicante cede il posto a Vernazza,  Foti sostituisce Betti per dare un po di peso ed esperienza nel momento topico, che tale si rivela, quando l’ attacco dei loro ¾ ci trova sbilanciati e manda in meta l’ala sulla bandierina.

Si arriva così all’intervallo con la convinzione di potersela giocare nel secondo tempo.

Tutta la ripresa sarà imperniata sulla ricerca di occasioni per portarsi a ridosso delle rispettive linee di meta.

Carandina cede il posto a Torrisi, che debutta con una buona prestazione, di li a poco Carugi da il cambio a Storni, quindi Groppi si alterna con Slinn.

Riusciamo a sviluppere una buona mole di gioco, ci portiamo più volte in prossimità delle meta ma lo loro difesa è attenta e decisa.

Difendiamo bene e stiamo quasi permanentemente nella loro metà campo con un paio di occasioni che potrebbero avere un esito decisivo per l’incontro, con due touche a 5 metri che sfumano per un’inezia.

La partita si conclude con una grande profusione di sforzi che non modifica il risultato.

Resta ancora l’amaro in bocca di una sconfitta ma si percepiscono chiaramente i segni di un progressivo miglioramento del  gioco e di una maggior efficacia sia offensiva che difensiva, discreta la tenuta atletica.

Continuiamo a lavorare con impegno, i risultati non tarderanno ad arrivare.

Si torna in campo il 21 di novembre a Viadana

    

 

Alla Prossima

 

ALTRI RISUTALTI
U18/1 RUGBY CALVISANO RUGBY VIADANA 10 ‐ 26 (1‐4) Pretoriani A.
U18/1 RUGBY ROVATO GRANDE MILANO 3 ‐ 20 (0‐3) Trentin L.
U18/1 OSPITALETTO C.P.R. CUS GENOVA 15 ‐ 22 (3‐3) 

  

 

 

  

Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153