Nell'uggioso pantano del Peroni una vittoria inaugura il 2013, 13/12/13

Nonostante la repentina ripresa del campionato, con buona pace dei nostri prodi ancora appesantiti dagli eccessive libagioni delle recenti feste e naturalmente scarsamente allenati, la nostra formazione ad inviti, i Barbarians dell’U23, si sono riuniti per l’occasione a disputare l’incontro domenicale. 

A parte le defezioni dell’ultima ora, per le varie casistiche che è inutile elencare, più per pudore che per praticità, i pervenuti si sono battuti con grande dispendio di energie riuscendo a tratti a dare sprazzi di bel gioco, in altri é meglio soprassedere, molti errori e poca precisione, forse è necessario prepararsi meglio?

Merito al Cernusco che ci ha reso la vita più dura del previsto, tenendoci in bilico per buona parte dell’incontro.
Certo che a vedere i nostri  allenati sarebbe stata  tutta un’altra cosa, ma tantè che bisogna pur rendere merito ai partecipanti, in particolar modo Scalia, che alla veneranda età di 40 e passa anni si è prestato da pilone e non si è tirato indietro, con partner il 18enne Valsecchi che non è stato da meno e Trivisani dar manforte con l’aggiunta di Dornetti, altro buon lottatore allergico all’allenamento, Carugi e Piatti piccolo, 2 allenamenti all’attivo dopo mesi di latitanza, altri 18 enni di carattere e qualità,  Galmozzi che da terza linea affiancato a Rivolta, fino a ieri ala, hanno reso la vita impossibile agli avversari,  l’altro Piatti, quello medio, che in giornata di grazia, con 3 mete all’attivo ha trascinato la squadra , Allaria è il motore del team, cresce ad ogni incontro, Depa, the famous marble cat, tiene alta l’attenzione e sotto controllo il ritmo, calci lunghi e pedalare, Cambiaghi festeggia il suo rientro bionico con una meta di grande carattere, Galli non si tira mai indietro, grande cuore, De Marco e Rizzi sono sulla buona strada,  Torrisi,  da quando gioca quasi tutte le partite, migliora e ha delle buone chance, Mosseri, ha dato una botta di vita al ritmo, Grandi, è oramai all’altezza di essere titolare, Susi può fare la differenza in campo. 

Chiuso il libro dei sogni si torna alla realtà, domenica c’è il Torino, c’è poco da sfogliare le verze, bisogna prepararsi a modo. Chi ha orecchie per intendere è meglio che venga agli allenamenti.  Alla prossima

Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153