Under 20: successo a Sondrio 10/10/10

Under 20, 10/10/10 a Sondrio

Rugby Sondrio vs Asr Milano: 19  – 55  (7 – 26)
vai alle foto

Giocatori: Bonacina 7-, Bestetti 7, My 6 ( 45’ Cambiaghi 7-), Cerutti 7,5, Piatti 6 (45’ Gambarini 6), Cozzaglio 7-, Scaburri 6,5 ( 40’ Maderna 7-), Barana 7,5, Campi 7, Gavazzoni 7+, Quercioli 8 (65’ Fogu s.v.), Nuccio 7 (45’ Masetti 6), Zhou 6, Stringhini 7- (70’ Cesana s.v.), Corbetta 7+ (40’ Balestrini 7)

Allenatori: Sergio Carnovali, Luca Chon

Arrivo a Sondrio in tarda mattinata per l’under 20 alla prima stagionale di campionato. Gruppo rivoluzionato dai tanti arrivi e dalle tante novità: in primo luogo il debutto da allenatore di Luca Chon.
Tra i tanti dubbi e un riscaldamento sulla ghiaia si entra in campo puntuali. Il clima non troppo rigido e il campo di Sondrio sempre in ottime condizioni promettono spettacolo e divertimento. La partita entra subito nel vivo con una mischia su calcio d’inizio sbagliato che dichiara da subito una netta superiorità nel pacchetto di mischia dell’Asr. Sebbene le touche iniziali non vadano a buon fine, l’indisciplina del Sondrio ci regala subito numerosi calci di punizione che al decimo minuto portano alla prima meta della partita di Quercioli dopo un bel movimento di palla al largo. Cozzaglio trasforma il pur difficile calcio. Galvanizzati dalla metà si inizia a giocare con buona intensità che a pochi minuti porta alla meta di Barana che riparte da una delle tante mischie avversarie conquistate dal suo pacchetto. Ancora una volta Cozzaglio è preciso al piede. Tra il venticinquesimo e il trentacinquesimo è ancora una volta Quercioli che con un veloce uno due porta il punteggio sul 26 a 0. Un po’ troppo tranquilli ci mettiamo a dormire sugli allori e Sondrio puntualmente ci punisce con una meta in mezzo ai pali quasi allo scadere. Il secondo tempo vede un cambio in prima linea con Balestrini che sostituisce uno stanco ma generoso Corbetta autore di un’ottima prestazione in mischia chiusa al suo debutto con l’Asr. Cambio anche fra i mediani: esce Scaburri che lascia il posto a Maderna. La ripresa si apre con un gioco veloce dei tre quarti che fra le decine di mischie riescono a trovare molti spazi per correre e muovere la palla con celerità: proprio in una di queste occasioni è Cerrutti a schiacciare la palla in mezzo ai pali. A causa del ritmo piuttosto elevato e anche per la preparazione carente di molti, a 5 dall’inizio della ripresa entrano Masetti, Cambiaghi e Giorgio Gambarini al rientro dopo uno stop di un anno. I cambi scombussolano un po’ la squadra che prende un’altra meta. Passano pochi secondi e Balestrini la restituisce nella maniera più semplice possibile raccogliendo una touche sbagliata dagli avversari nei loro 5 metri. Poi la squadra inizia a dilagare con i tre quarti e gli scambi veloci fra le ali, Piatti e Bestetti, e il 15, Bonacina, portano ad un’altra meta realizzata da quest’ultimo. L’Asr ormai sicura del risultato si mette a dormire sugli allori e in seguito all’ennesimo calcio preso per il mancato rispetto dei 10 metri, prende la terza e, fortunatamente, ultima meta della partita. Fogu entra per il man of the match Quercioli a 15 dal termine. Con ancora la rabbia per la meta subita ci buttiamo velocemente dall’altra parte a testa bassa: ma subiamo. Sondrio è determinata a fare la quarta meta per ottenere il bonus e solo grazie a una difesa ordinata, il miglior gioco in touche della partita e il piede del solito Cozzaglio, quest’oggi declassato a vice capitano, riusciamo a tenerli a bada e ricacciarli nella loro metà campo. A dieci dal termine esce Stringhini, che riesce a rubare tutte le mischie avversarie del primo tempo in collaborazione con i suoi piloni e tutta la mischia (nonostante Sergio critichi il suo modo di tallonare J), per un pimpante Cesana che va vicino alla metà ma viene fermato sui 5 per un avanti. La metà conclusiva arriva per mano di Cerruti, autore di un’ottima partita, che ancora una volta schiaccia in mezzo ai pali.
I festeggiamenti sono rumorosi a causa del Gong di Giorgio Galli e a causa dei litri di birra offerti (e bevuti!) da Luca Choc che non poteva sperare di meglio dalla sua prima partita come coach. Nonostante il risultato sia molto positivo c’è ancora molto da lavorare e da migliorare, in primo luogo la reattività e la comunicazione. Per il resto non si poteva cominciare meglio la stagione… 
 

Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153