Under 20 alle fasi di finale nazionale

Con il primo posto conquistato nel campionato di categoria, la Under 20 accede alle fasi di finale nazionale che si disputerà in campo neutro, a Roma, il 17 aprile con il Benevento.

Forza ragazzi!!!

 

 

AS Rugby Milano – Gladiatori Sanniti Benevento: 19 – 24 (12 – 14)

Roma, 17 Aprile 2011

Giocatori: Bonacina (65’ Ferrari), Zanotti, Franceschi (65’Lissoni), Cambiaghi, My (65’Galli) ,Cerutti, Calidonna, Barana, Campi, Quercioli, Gavazzoni, Nuccio ( Zhou 52’), Balestrini, Stringhini ( Cesana 65’), Corbetta

A disposizione: Brolis, Ferrari, Giucastro, Tambornini

Senza nessun rimpianto e con la migliore partita stagionale la squadra biancorossa lascia Roma e abbandona così il sogno di raggiungere i quarti di finale contro Treviso.

Il campo è qualcosa di perfetto, il clima ideale per una giornata di grande rugby. I primi 20’ minuti sono tutti nostri: placcaggi duri e aggressivi ai loro giocatori chiave, fanno capire ai Gladiatori che venderemo cara la pelle; mischie e touche giocate alla perfezione e una capacità di ritardare l’uscita della palla dalla ruck degna di nota. Ma ciò che colpisce di più è la grandissima disciplina di una squadra abituata a ricevere molti calci di punizione e a “litigare”. Il coronamento di questi primi grandissimi 20 minuti si ha con un carretto di 25 metri che nonostante pugni, calci e morsi (!!) avversari permette a Corbetta di schiacciare in meta l’ovale. Il vantaggio dura però solo 5 minuti, poiché da una gran mischia, l’unica in cui la nostra prima linea ha realmente subito, i Gladiatori fanno uscire una palla molto veloce: con un riposizionamento molto veloce dei trequarti attaccano la chiusa e schiacciano la palla all’altezza della bandierina. Il calcio, che di norma esce, centra i pali con una precisione millimetrica. Pari. A questo punto Calidonna, fa forse la cosa migliore della sua carriera in ASR: gioca in maniera veloce un calcio di punizione, e sgusciando fra le maglie nere degli avversari schiaccia in meta la palla del più cinque. Purtroppo per noi loro possiedo un estremo, tale Calabrese, solitamente mediano di mischia della nazionale under 19, dotato, oltre che di un piede favoloso, di una capacità tattica che nessuno dei nostri giocatori possedeva. Gli bastano, infatti, due minuti per creare un’azione che metterà tre trequarti sanniti contro l’inerme Zanotti. Sul cartellino giallo del loro numero sette finisce il primo tempo.

Con l’uomo in più all’inizio della ripresa non riusciamo a segnare, mentre il loro quindici, al 9’ trasforma l’ennesimo impossibile calcio di punizione ( questa volta pure contro vento). Al dodicesimo Nuccio lascia il campo per Zhou e Stringhini tutto da solo cade per terra a causa del dolorante ginocchio: il suo ritmo passerà da corsa a passeggiata zoppicante. Con tre touche su tre perse e un momentaneo crollo fisico della squadra i Gladiatori siglano la terza meta e si portano sul più 12. Al 24’ lasciano il campo Bonacina, My, Franceschi e Stringhini, per Ferrari, Galli, Lissoni e Cesana. L’ultimo quarto d’ora è come i primi 20 minuti, giù a testa bassa ad attaccare: la meta arriva ancora per mano di Corbetta dopo 9 falli consecutivi dei Gladiatori e un cartellino giallo. Gli ultimi cinque minuti non bastano ai nostri per varcare la tanto agognata linea e raggiungere con essa la vittoria.

Come ho già detto non c’è nessun rimpianto: abbiamo giocato molto bene e gli avversari hanno meritato. C’è chi ha giocato oltre i suoi limiti, chi ne ha prese come mai in vita sua, chi è uscito dal campo in lacrime. L’unica cosa certa che so è che tutti usciamo dal campo a testa alta, fieri della nostra stagione, dei nostri compagni e dei nostri colori. E’ stato un onore nonché un piacere essere capitano di queste grandi persone che hanno davanti a sé un futuro davvero radioso. Grazie a tutti

Matteo Stringhini

Under 20 alle fasi di finale nazionale
Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153