Under 20: vittoria nel derby con Amatori

Under 20 - Sabato 15 Marzo 2010

ASRugby Milano vs Amatori Milano 31- 7 ( PT. 7-0)

ASR : Pizzamiglio, Magenes, Morisi, Tardini(cap.) Zanotti, Cozzaglio, Scaburri (vcap.), Dallacqua, Reale, Pontillo, Franchi, Vincini, Guerri, Bocassini, Bontorin.
In panca : Voijnicovich, Romagnolo, Calidonna.
1 t. 5’ meta Cozzaglio trasf Cozzaglio.
2 t. 45’ meta Bocassini tras Pizzamiglio, 58’ meta Calidonna trasf Pizzamiglio, 70’ meta Morisi, 80’ meta Dall’acqua.

Partita nel tardo pomeriggio, di sabato, in uno scorcio di primavera. Il Campo Crespi nelle consuete pessime condizioni per la stracittadina di consolazione. L’assenza di precipitazioni varie consente di giocare un discreto incontro tra due formazioni alla ricerca di identità ed equilibri, con i solito retroscena di un derby carico di passioni e rivalità.
Un avvio lento, un po’ imbastito, nonostante il rientro di Cozzaglio, assente dal giugno scorso e voglioso di recuperare il tempo trascorso, a menare le danze e il nuovo assetto del pack alle prese con metamorfosi varie.
Liberiamo le briglie e cominciano le sgroppate con un ping pong di traiettorie a sondare lo spazio profondo e le organizzazioni reggono senza prendere troppi rischi. La ricerca degli spazi nelle difese sono infruttuose per l’efficace interdizione e scarsa comprensione.
La prima mischia rivela la chiave di volta della giornata, sarà la fonte di buona parte dei nostri palloni giocabili.
Nonostante la stazza dei nostri avversari riusciamo a rubare palla ed avanzare scatenando la manovra dei ¾ che danno il via ad una serie di evoluzioni, che sbaragliano la difesa e permettono a Cozzaglio di aprire le marcature e centrare i pali nella trasformazione.
Sembrerebbe l’inizio di una mattanza ma col passare dei minuti scopriamo che era un fuoco fatuo. Cominciamo a essere macchinosi e prevedibili, loro più attenti e determinati a contenderre il terreno palmo a palmo.
Poche palle utili da giocare, rimesse laterali da dimanticare, buona tenuta in mischia chiusa e la partita si avvia al suo tran tran.
La prima linea con Bontorin, Bocassini e Guerri è ben sotenuta da Vancini e Franchi al debutto in mischia e bramoso di abbandonare i ¾ per la prima linea, Reale e Pontillo veleggiano a sostegno di Dell’acqua che martella a suon di ripartenze.
Scaburri si destreggia tra gli inattesi doni e i cecchini che lo inquadrano dando palloni a Cozzaglio che cerca di invogliare gli adepti del taca la bala, che si avvitano in arzigogolate traiettorie e si ricomincia da capo, probabilmente oggi ci piace di più difendere che attaccare con Magenes, Tardini e Morisi a inibire le iniziative avverse e Pizza e Zanotti a lamentarsi per i pochi palloni.
Gli errori reciproci generano qualche apprensione alle appassionate tifoserie, ma niente di troppo serio anche grazie all’intervento puntuale dei rientranti difensori e dell’arbitro che riesce a rendere dignitosa la partita.
Ci trasciniamo così fino al termine del tempo, sicuri ambedue i contendenti di non aver giocato le proprie carte.
Esce Cozzaglio per Calidonna che passa all’ala, gli altri a scalere e Morisi al timone.
Prendiamo un po’ di baldanza e imbastiamo qualche bel movimento offensivo, non becchiamo una touche neanche a per sogno ma recuperiamo palle in mischia e nei punti d’incontro, riuscendo a frastornare l’Amatori volenteroso ma poco organico
Giusto il tempo di ricominciare ed è Bocassini che da la scossa e avvia il nuovo corso completando la manovra arrembante dei ¾ ben sostenuta dalla mischia.
Franchi autore di una buona prova lascia il posto a Romangnolo che si cimenta a flanker, interdiamo ogni sprazzo d’iniziativa dei nostri avversari ma non riusciamo appieno a concretizzare il possesso.
Al 50’ è la volta di Calidonna che si cimenta in una percussione vincente che conclude il lavoro della squadra che preme nei 22 avversari con ripetute azioni.
Ci prendiamo un caffè e per un 10 minuti tutto si quieta qualche punzecchiatura qua e la ma poco costrutto, poi Morisi decide che è scoccata l’ora di segnare, sfruttando l’indecisione dei diretti opposti e travolgendo i malcapitati di turno, completa il gesto e concretizza il risultato.
Entra Voijnicovich per Zanotti, in trance catatonica, l’Amatori si fa vivace, cerca la meta noi ci difendiamo un po’ in affanno, con qualche apprensione.
Ci riportiamo sotto lavoriamo con buona volontà, una bella giocata da touche di Bontorin e Reale si spegne a ridosso della meta ma è matura la meta di Dell’acqua che riparte e senza tante complimenti da il suo contributo allo score.
Sembra finita mancano pochi attimi ed ecco che l’Amatori tira fuori dal cappello una bella meta con la nostra difesa che si imbambola e va a farfalle.
Portiamo a casa il risultato utile, un campionato così travagliato e discontinuo ci lascia un po’ interdetti e insoddisfatti, ma tantè, bisogna farsene una ragione, riprendiamo a lavorare, ci sono un bel po’ di cose da mettere a posto per domenca, c’è il Sondrio.
Alla prossima.
Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Milano
- Sede legale: via Valvassori Peroni, 74/2 20133 Milano
- Centro Sportivo Prof. G.B. Curioni e Clubhouse: via Circonvallazione Idroscalo, 51 20090 Segrate
02.45497116 - segreteria@asrugbymilano.it
FIR 190402 - CONI 13508 - UISP 13005981 - OPES 8553
P.Iva 10216600154 - Cod. Fisc. 80157570153